Progetto PiCo

Spaghetti natalizi ai gamberi

Spaghetti natalizi ai gamberi, di PiCo Ricette by Luca Rampati pinit

Gli spaghetti natalizi ai gamberi rappresentano un’elegante e deliziosa interpretazione della cucina festiva, che unisce la tradizione italiana alla ricchezza dei frutti di mare. Questo piatto incarna lo spirito delle festività con il suo mix di sapori delicati e profumi aromatici, creando un’esperienza gastronomica memorabile per la tavola delle feste. Gli spaghetti, abilmente arricchiti con gamberi succulenti e conditi con una selezione di erbe e spezie, offrono un piacere gustativo che non conosce eguali. La loro presentazione elegante e il loro sapore raffinato li rendono un piatto perfetto per celebrare il Natale in modo speciale, portando gioia e soddisfazione a chiunque abbia il privilegio di gustarli.

Ricette correlate agli spaghetti natalizi ai gamberi

E, a proposito di spaghetti natalizi ai gamberi… ecco un link per saperne di più sulle proprietà del gambero:

Avviso Trasparenza:

In qualità di Affiliato Amazon il nostro sito riceve un guadagno dagli acquisti idonei tramite i vari link presenti nella sezione “Preparazione” di questa ricetta.

Spaghetti natalizi ai gamberi

In tempo di festa, si sa, mangiare piatti a base di pesce è tradizione diffusa. Oggi vi proponiamo quindi la nostra ricetta degli spaghetti natalizi fatti in casa, preparati con deliziosi gamberi e arricchiti da una buona bisque. E per donare un velo di colore alla pasta, suggeriamo di utilizzare il liquido di cottura del cavolo viola che, con un po’ di bicarbonato, diventa verde pino.

Questa ricetta semplice e veloce è perfetta come primo, sia per i pranzi che per le cene di Natale. Il gusto ricco e al tempo stesso delicato dei gamberi viene avvolto dalla cremosità della bisque che ne esalta il sapore. Il segreto sta nel preparare prima, con gli scarti degli stessi gamberi, la buonissima bisque… ed il gioco è fatto!

Tempo di preparazione 20 mins Tempo di cottura 25 mins Tempo di riposo 30 mins Tempo totale 1 ora 15 min Difficoltà: Principiante Porzioni: 6 Stagione migliore: Inverno

Ingredienti

Per la pasta

Per il sugo

Preparazione

Iniziamo con la pasta fresca!

  1. Per fare gli spaghetti iniziamo mettendo le dosi di farina indicate dalla nostra macchina per la pasta. In questo caso dunque 500 g di semola.

    1. Per fare gli spaghetti iniziamo mettendo le dosi di farina indicate dalla nostra macchina per la pasta. In questo caso dunque 500 g di semola.
  2. Avviamo la macchina e addizioniamo 170 ml di liquido, reso di un color verde pino grazie all’acqua di cottura di un cavolo viola nella quale abbiamo aggiunto mezzo cucchiaino di bicarbonato, e 10 ml d’olio extravergine d’oliva. Lasciamo che la macchina lavori, impastando per il tempo indicato.

    2. Avviamo la macchina e addizioniamo 170 ml di liquido, reso di un color verde pino grazie all’acqua di cottura del cavolo viola nella quale abbiamo aggiunto mezzo cucchiaino di bicarbonato, e 10 ml d’olio extravergine d’oliva. Lasciamo che la macchina lavori, impastando per il tempo indicato.
  3. Intanto che l’impasto è in lavoro, prendiamo una teglia e la cospargiamo di altra semola per adagiarvi poi gli spaghetti dopo l’estrusione. Man mano cospargiamo anche questi ultimi con dell’ulteriore semola in modo che non si attacchino tra loro, e facciamo così esaurire l’impasto. Formiamo i classici nidi e lasciamo riposare la pasta, se necessario cospargiamo con altra semola.

    3. Intanto che l’impasto è in lavoro, prendiamo una teglia e la cospargiamo di altra semola per adagiarvi poi gli spaghetti dopo l’estrusione. Man mano cospargiamo anche questi ultimi con dell’ulteriore semola in modo che non si attacchino tra loro, e facciamo così esaurire l’impasto. Formiamo i classici nidi e lasciamo riposare la pasta, se necessario cospargiamo con altra semola.

Prepariamo il sugo!

  1. Passiamo ora ai gamberi, e togliamo la testa, le zampette e il carapace. Facciamo poi un’incisione lungo la polpa per eliminare l’intestino.

    1. Passiamo ora ai gamberi, e togliamo la testa, le zampette e il carapace. Facciamo poi un’incisione lungo la polpa per eliminare l’intestino.
  2. Se necessario li sciacquiamo sotto l’acqua, e li tagliamo quindi a tocchettoni tutti uguali.

    2. Se necessario li sciacquiamo sotto l’acqua, e li tagliamo quindi a tocchettoni tutti uguali.
  3. Poniamo i gamberi su di un piatto e li mariniamo con del sale, del pepe, le foglie di timo e dell’abbondante olio extravergine. Copriamo con della pellicola per alimenti e lasciamo riposare per 30 minuti.

    3. Poniamo i gamberi su di un piatto e li mariniamo con del sale, del pepe, le foglie di timo e dell’abbondante olio extravergine. Copriamo con della pellicola per alimenti e lasciamo riposare per 30 minuti.
  4. Passato questo lasso di tempo, prendiamo una padella e mettiamo a rosolare le arachidi con un filo d’olio e una noce di burro.

    4. Passato questo lasso di tempo, prendiamo una padella e mettiamo a rosolare le arachidi con un filo d’olio e una noce di burro.
  5. Aggiungiamo poi i gamberi spadellandoli per 2-3 minuti.

    5. Aggiungiamo poi i gamberi spadellandoli per 2-3 minuti.
  6. Irroriamo il tutto con la bisque di gamberi fatta in precedenza, e amalgamiamo la salsa così ottenuta.

    6. Irroriamo il tutto con la bisque di gamberi fatta in precedenza, e amalgamiamo la salsa così ottenuta.

Uniamo il tutto!

  1. Nel frattempo buttiamo su l’acqua per la pasta, salandola a dovere.

    1. Nel frattempo buttiamo su l’acqua per la pasta, salandola a dovere.
  2. Trattandosi di pasta fresca la mescoliamo con cura, così da evitare che si attacchi sul fondo e la cuociamo per 4-5 minuti.

    2. Trattandosi di pasta fresca la mescoliamo con cura, così da evitare che si attacchi sul fondo e la cuociamo per 4-5 minuti.
  3. Contemporaneamente terminiamo anche la cottura della salsa.

    3. Contemporaneamente terminiamo anche la cottura della salsa.
  4. A fiamma spenta, alla salsa aggiungiamo una spolverata di prezzemolo e, se lo si vuole, del succo di limone.

    4. A fiamma spenta, alla salsa aggiungiamo una spolverata di prezzemolo e, se lo si vuole, del succo di limone.
  5. Scoliamo la pasta e la versiamo poi direttamente in padella, saltiamo il tutto e, se necessario, aggiustiamo di sapore.

    5. Scoliamo la pasta e la versiamo poi direttamente in padella, saltiamo il tutto e, se necessario, aggiustiamo di sapore.
  6. Impiattiamo i nostri spaghetti natalizi ai gamberi, per mangiarli ancora belli fumanti!

    6. Impiattiamo i nostri spaghetti natalizi ai gamberi, per mangiarli ancora belli fumanti!

Nota

Conservazione

Trattandosi sia di pasta che di sugo freschi, consigliamo di consumare immediatamente entrambi. In alternativa il sugo ai gamberi può essere conservato in frigorifero per 2 giorni.

Parole chiave: non vegetariano, pescetariana, senza mais, senza soia, senza zucchero
Immagine profilo in primo piano di Luca Rampati

Luca Rampati

Vengo al mondo nel 1992, e con me nasce anche la mia sfrenata predilezione per le uova strapazzate. Le mie prime curiose ricerche alla scoperta del mondo mi portano all’interno dei mobili della cucina, per trovare delle pentole con cui girovagare sorridente. Con il senno di poi sono queste le scintille che danno inizio al mio interesse per il variopinto mondo della ristorazione. Il cibo è sempre un ottimo punto di partenza!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »