Progetto PiCo

Canederli

Canederli di PiCo Ricette by Luca Rampati pinit

I canederli sono un piatto tipico delle regioni montuose del Nord Italia, un vero e proprio simbolo della cucina tradizionale e contadina. Queste palline di pane, arricchite da uova, spezie e spesso salumi o formaggi, rappresentano un’arte culinaria tramandata di generazione in generazione. La loro origine umile, nata dalla necessità di utilizzare pane raffermo in modo creativo e appetitoso, si è trasformata nel corso dei secoli in una vera delizia gastronomica. I canederli sono un piatto versatile, adatto a essere servito come antipasto, primo piatto o anche come piatto unico. La loro semplicità e il loro sapore sostanzioso li rendono un piatto amato da tutti, perfetto per riscaldare il cuore e soddisfare il palato durante le fredde giornate invernali.

Ricette correlate ai canederli

E, a proposito di canederli … ecco un link per saperne di più sulla loro storia:

Canederli

Apprezzatissimi sia in Italia che nei paesi d’Oltralpe, i canederli sono uno dei piatti più iconici del Trentino Alto-Adige. Ricchi e gustosi, la ricetta originale li vede rigorosamente in brodo, o nella variante in cui sono intinti nel burro aromatizzato alla salvia. Eppure si prestano ad essere accompagnati da molti altri sughi, come ad esempio un eccellente ragù o un buon goulash, ma anche da una semplice, ma non per questo meno squisita, salsa al pomodoro.

Gli ingredienti semplici dei canederli possono essere mescolati a piacere, aggiunti all’impasto sia cotti che crudi, anche se sappiamo che solo una è la ricetta originale, invitiamo comunque a sperimentare più combinazioni!

Tempo di preparazione 20 mins Tempo di cottura 20 mins Tempo di riposo 30 mins Tempo totale 1 ora 10 min Difficoltà: Intermedio Porzioni: 6 Stagione migliore: Adatto tutto l'anno

Ingredienti

Preparazione

  1. Per fare i canederli iniziamo con il tagliare a cubetti della stessa misura il pane raffermo per poi adagiarlo in una ciotola capiente.

    1. Per fare i canederli iniziamo con il tagliare a cubetti della stessa misura il pane raffermo per poi adagiarlo in una ciotola capiente.
  2. Aggiungiamo il latte e iniziano ad amalgamare a mano.

    2. Aggiungiamo il latte e iniziano ad amalgamare a mano.
  3. Impastiamo fino a completo ammorbidimento del pane.

     

    3. Impastiamo fino a completo ammorbidimento del pane.
  4. Tritiamo a cubetti lo speck e lo poniamo in una ciotola.

    4. Tritiamo a cubetti lo speck e lo poniamo in una ciotola.
  5. Tritiamo quindi la cipolla e la lasciamo riposare in un’altra ciotola.

    5. Tritiamo quindi la cipolla e la lasciamo riposare in un’altra ciotola.
  6. Prendiamo infine delle foglie di prezzemolo e uno spicchio d’aglio, li tritiamo assieme e li riponiamo in una terza ciotola.

    6. Prendiamo infine delle foglie di prezzemolo e uno spicchio d’aglio, li tritiamo assieme e li riponiamo in una terza ciotola.
  7. Con tutte le basi pronte possiamo passare alla prima fase di cottura.

    7. Con tutte le basi pronte possiamo passare alla prima fase di cottura.
  8. In una padella mettiamo dunque dell’olio e del burro a sciogliere.

    8. In una padella mettiamo dell’olio e del burro a sciogliere.
  9. Aggiungiamo la cipolla tritata e la lasciamo rosolare per 2 minuti.

    9. Aggiungiamo la cipolla tritata e la lasciamo rosolare per 2 minuti.
  10. Uniamo quindi lo speck spadellando e rosolando per bene il tutto.

    10. Uniamo quindi lo speck spadellando e rosolando per bene il tutto.
  11. Cuociamo per altri 5 minuti mescolando di continuo, così da non far attaccare la carne sul fondo della pentola. Chiudiamo il fuoco e lasciamo raffreddare.

    11. Cuociamo per altri 5 minuti mescolando di continuo, così da non far attaccare la carne sul fondo della pentola. Chiudiamo il fuoco e lasciamo raffreddare.
  12. 1Riprendiamo la ciotola di pane raffermo e ci aggiungiamo il prezzemolo con l’aglio, l’erba cipollina e le uova. Mescoliamo per bene con le mani amalgamando il composto.

    12. Riprendiamo la ciotola di pane raffermo e ci aggiungiamo il prezzemolo con l’aglio, l’erba cipollina e le uova. Mescoliamo per bene con le mani amalgamando il composto.
  13. 1Aggiungiamo dunque la cipolla e lo speck precedentemente cotti, e continuiamo a mescolare vigorosamente.

    13. Aggiungiamo dunque la cipolla e lo speck precedentemente cotti, e continuiamo a mescolare vigorosamente.
  14. Se l’impasto è troppo fisso è possibile aggiungere dell’altro latte. Se invece risulta troppo liquido è possibile addizionare una manciata di pane grattugiato.

    14. Se l’impasto è troppo fisso è possibile aggiungere dell’altro latte. Se invece risulta troppo liquido è possibile addizionare una manciata di pane grattugiato.
  15. Quando l’impasto è ben compatto lo copriamo con della pellicola e lo lasciamo riposare in frigorifero per una mezz’oretta.

    15. Quando l’impasto è ben compatto lo copriamo con della pellicola e lo lasciamo riposare in frigorifero per una mezz’oretta.
  16. Passato il tempo di riposo, ci dedichiamo a dare forma ai canederli. Con le mani leggermente inumidite iniziamo quindi a roteare l’impasto così da formare le classiche sfere, che disponiamo poi in una teglia.

    16. Passato il tempo di riposo ci dedichiamo a dare forma ai canederli. Con le mani leggermente inumidite iniziamo quindi a roteare l’impasto così da formare le classiche sfere, che disponiamo poi in una teglia.
  17. Cuociamo i canederli in abbondante acqua salata fino a che non vengono a galla.

    17. Cuociamo i canederli in abbondante acqua salata fino a che non vengono a galla.
  18. Ora che i nostri canederli sono cotti possiamo abbinarli a qualsiasi sugo desideriamo!

    18. Ora che i nostri canederli sono cotti possiamo abbinarli a qualsiasi sugo desideriamo!

Nota

Conservazione

Da cotti, i canederli possono essere conservati per una giornata in frigorifero, riposti in contenitore ermetico.

Da crudi invece, possono essere congelati e conservati per tre mesi.

Parole chiave: Canederli, bambini, latticini, mescolare, non vegetariano, senza mais, senza soia

FAQ - Domande e Risposte

Expand All:
Come si cuociono i canederli una volta congelati?

I canederli messi in freezer crudi vanno sempre cotti in acqua bollente da congelati e solo successivamente aggiunti al sugo. Se invece si vogliono fare in brodo basterà cuocerli, sempre partendo da congelati, nel brodo stesso.

I canederli possono essere congelati anche cotti?

Noi lo sconsigliamo vivamente, si andrebbe a perdere di consistenza e di gusto.

Che tipo di pane posso usare per fare i canederli?

Noi consigliamo del pane di panetteria, normale o integrale. L’importante è che sia ben raffermo, di qualche giorno. Sconsigliamo l’utilizzo di pani preconfezionati industriali.

Immagine profilo in primo piano di Luca Rampati

Luca Rampati

Vengo al mondo nel 1992, e con me nasce anche la mia sfrenata predilezione per le uova strapazzate. Le mie prime curiose ricerche alla scoperta del mondo mi portano all’interno dei mobili della cucina, per trovare delle pentole con cui girovagare sorridente. Con il senno di poi sono queste le scintille che danno inizio al mio interesse per il variopinto mondo della ristorazione. Il cibo è sempre un ottimo punto di partenza!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »